Da "Il sole 24 ore"
Martedì, 30 Luglio 2019 11:50

Sette giorni - newsletter di Confindustria del 26 luglio 2019

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

I temi della settimana

MANOVRA: CUNEO E' PRIORITA' MA IMPORTANTE DEFINIRE COME VERRANNO RIPARTITE LE RISORSE. GOVERNO EVITI CONFLITTI
tag: Governo, lavoro, cuneo salario minimo,

Il taglio del cuneo e il salario vanno collegati ai grandi contratti di riferimento, si può fare ed eviterebbe il dumping contrattuale oltre a dare un parametro oggettivo di riferimento. Così il presidente Boccia in merito al primo tavolo di confronto a Palazzo Chigi per l'incontro sulla manovra. Non si tratta solo di una questione di risorse, anche se i 4 miliardi annunciati da Di Maio potrebbero essere pochi, si tratta di come queste risorse verranno ripartite e su questo faremo delle proposte negli incontri previsti con il Governo e i sindacati le prossime settimane. Abbiamo davanti a noi a settembre una manovra d'autunno non facile e rilevante ed è necessario che il Governo abbia una linea chiara e univoca, per questo i conflitti tra le istituzioni e tra i due partiti della maggioranza non aiutano ad avere quella certezza di cui il Paese ha bisogno, che è crescere e rimettere al centro il lavoro e un grande piano di inclusione dei giovani.

AUTONOMIA: DEVE ESSERE NEL SEGNO DELL'EFFICIENZA E DELL'EQUILIBRIO. ALLO STATO COMPETENZA SU MATERIE STRATEGICHE
tag: Stato, Regioni, Governo, semplificazione
L'autonomia va bene se rientra in una logica di efficienza e se ha una dimensione equilibrata, nell'interesse di tutto il paese e non contro qualcosa o qualcuno. Così il presidente Boccia ha commentato le polemiche dovute allo stallo del progetto di riforma allo studio del Governo. Le autonomie non devono diventare nuovi centralismi. Il rischio, infatti, è che al centralismo nazionale se ne aggiungono altri 20 regionali, che invece di semplificare complicano le cose. Serve buon senso e nel dibattito parlamentare bisogna definire perimetri chiari con clausole di supremazia su alcuni argomenti delicati. Le imprese hanno elaborato una posizione comune (leggi in allegato l'intervista del VP Pan e della DG Panucci) che evidenzia come l'autonomia differenziata possa portare efficienza e competitività, ma nel rispetto dell'unità nazionale, e assicurando però allo Stato la regia su materie fondamentali come energia e infrastrutture. Bisogna assicurare efficienza, ma anche equilibrio, mediante la conferma dei meccanismi di perequazione tra le diverse aree del Paese ed equità, con un meccanismo di premialità per i territori che faranno risparmi e responsabilizzazione per chi eccede nella spesa.

BUSINESSMED: BOCCIA PRESIDENTE DAL 2020. ITALIA PROTAGONISTA E CARDINE TRA EUROPA E MEDITERRANEO
tag: internazionalizzazione, associazioni, Europa

Si è svolta in Confindustria l'assemblea generale di Businessmed che ha ufficializzato la nomina del presidente Boccia alla vicepresidenza dell'Unione delle Confindustrie dei Paesi del Mediterraneo, di cui diverrà presidente nel 2020. Benvenuti a casa vostra, è stato il saluto rivolto da Boccia ai rappresentanti delle 22 associazioni industriali delle sponde Sud e Nord del Mediterraneo con l'auspicio di riuscire a lavorare in armonia convergendo sui punti in comune a vantaggio di tutti e mai contro qualcuno. Incoraggiare l'integrazione economica e sociale nella regione attraverso il ruolo delle imprese è l'obiettivo. L'assemblea Businessmed è frutto di un lavoro che si sta facendo da tempo e si collega a un altro appuntamento fissato per il 3-4 dicembre a Roma, la trilaterale con la Confindustria francese e tedesca. Stiamo creando le condizioni per costruire un'economia delle relazioni con i paesi della sponda Sud del Mediterraneo, ha detto Boccia, dove l'Italia deve essere protagonista, centrale tra Europa e Mediterraneo. L'assemblea ha anche confermato la partnership con Businessmed in occasione di Connext202, occasione in cui guiderà una nutrita delegazione di imprese della regione che parteciperanno al partenariato industriale.

TAV: BENE SBLOCCO. SPERIAMO CHE SIA L'INIZIO DI UN GRANDE PIANO INFRASTRUTTURALE
tag: infrastrutture, tav, Governo, investimenti

Speriamo di vederla quanto prima e che sia l'inizio di una grande dotazione infrastrutturale per il Paese. Così il presidente Boccia ha commentato la decisione presa dalla Presidenza Consiglio di sbloccare i lavori della Tav Torino-Lione. Abbiamo bisogno di una operazione anticiclica che attivi cantieri e posti di lavoro, oltre che collegare territori, che significa includere persone. Una grande reazione per rendere l'Italia protagonista in termini competitivi in Europa e nel mondo.

Leggi in allegato l'intervista di Pan al Sole24ore, l'intervento della DG all'Huffington Post e l'intervista alla Presidente di Business Med Saida Neghza

https://www.confindustria.it/notizie/dettaglio-notizie/autonomia_differenziata_per_piu_efficienza_ma_tutelare_unita_intervista_Stefan_Pan_Sole24Ore

https://www.confindustria.it/notizie/dettaglio-notizie/autonomia-non-porti-piu-burocrazia-editoriale-marcella-panucci-huffington-post

Ultima modifica il Martedì, 30 Luglio 2019 12:05
Antonella Tarquinio

Accoglienza sede Pescara
Segreteria Generale

Telefono 085 432551
email a.tarquinio@confindustriachpe.it

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account