Da "Il sole 24 ore"
Alessandra Di Nardo

Alessandra Di Nardo

Accoglienza sede Pescara
Segreteria Generale

Telefono 085 4325508
email a.dinardo@confindustriachpe.it

In allegato la locandina dell'evento che si terrà a Chieti, Palazzo dei Veneziani Larghetto del Teatro Vecchio.

Relatrice dott.ssa Russo, ricercatrice di Diritto del Lavoro, Università Telematica Leonardo Da Vinci.

Il 7 ottobre 2019 in Confindustria in Viale dell'Astronomia 30 si terrà la presentazione del Rapporto di previsione del Centro Studi Confindustria "Dove va l'economia italiana e gli scenari di politica economica".

A breve sarà pubblicato il programma dell'evento.

L'ecoMOB expo village 2019 racchiude la globalità della cultura ecosostenibile: mobilità, cicloturismo ed ecologia ambientale.
Oltre 15.000mq di area espositiva, nella suggestiva cornice del Porto Turistico del Marina di Pescara.

ECOMOB EXPO VILLAGE 2019 inizierà venerdì 13 settembre alle ore 9:30, presso il Porto Turistico Marina di Pescara.

L'Evento è patrocinato da Confindustria Chieti Pescara, in collaborazione con CCIAA Chieti Pescara e Regione Abruzzo.

Programma

Pubblichiamo in allegato l'ultimo CSC Working paper, scritto da Cristina Pensa e Fabrizio Traù.

Questo scritto si pone l'obiettivo di fornire un quadro generale delle trasformazioni che hanno investito l'articolazione territoriale dello sviluppo industriale dell'Italia dagli anni Settanta del Novecento a oggi, ovvero a partire dalla fine della Golden Age, che segna l'esaurirsi della fase più intensa e stabile di sviluppo della manifattura nei paesi dell'Occidente industriale.

http://bit.ly/2k8Ib5V

E' convocato il Consiglio Direttivo allargato del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Chieti Pescara per il mercoledì 18 settembre p.v. alle ore 17.00, presso la sede di Via Raiale 110 bis a Pescara, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

1. Comunicazione del Presidente;
2. Organizzazione Corso di Ata Formazione per Giovani Imprenditori;
3. Organizzazione Convegno GGI Chieti Pescara;
4. Ammissione nuovi soci;
5. Varie ed eventuali.

La partecipazione è aperta a tutti gli iscritti al Gruppo.

Il progetto europeo, disegnato con grande lungimiranza nel secolo scorso, attraversa oggi uno dei momenti più complessi. 70 anni di Comunità economica, 25 di mercato unico, e 20 di moneta unica sono il positivo bagaglio di un'Europa che deve ora confrontarsi con un contesto politico, storico, culturale e sociale profondamente diverso rispetto a quello in cui aveva preso vita.

La violenta crisi globale finanziaria ed economica degli ultimi anni ha innescato un processo involutivo del progetto europeo senza pari. La visione europea di Altiero Spinelli e Jean Monnet sembra oggi più lontana, minacciata da rinnovati egoismi nazionali.

È il momento di rinsaldare e riscoprire quel senso di comunità e di appartenenza, alla base della tenuta della visione comunitaria.

L'unica risposta possibile per gli Stati membri è un'Europa che, pur attualizzata e riformata per rispondere alle sfide imposte dai nuovi scenari geopolitici, rispetti i valori fondanti originali.

L'Europa rimane la solida base su cui costruire il futuro.

È una sfida che potrà e dovrà trasformarsi in un'opportunità per dare origine a una nuova Europa che trovi nella cultura e nella cultura industriale il collante necessario per trasformare in asse vincente la ricchezza delle diverse identità.

Il convegno sarà l'occasione per: esplorare le molteplici declinazioni della cultura, partendo dalle esperienze in alcuni dei Paesi che hanno più marcatamente contribuito alla costruzione dell'Europa odierna; illustrare quale è il valore della cultura e la sua capacità di generare prodotti, in termini di beni e servizi; esplorare, dando voce ai protagonisti del nostro tempo, la forza coesiva della cultura nella costruzione del futuro di un'Europa migliore da consegnare ai futuri cittadini europei.

In allegato il programma.

Il 7 ottobre 2019 ore 10.00 avrà luogo la presentazione del Rapporto di previsione "Dove va l'economia italiana e gli scenari di politica economica" che sarà seguita da una sessione di domande e risposte.

La partecipazione al seminario è gratuita.

Per motivi organizzativi è necessario iscriversi.

Per l'iscrizione cliccate qui

Cari Associati,

come ben sapete da molti mesi stiamo conducendo una battaglia per il passaggio dei Porti di Ortona e Pescara nell'Autorità di Sistema di Civitavecchia.

La nostra visione di sviluppo della regione Abruzzo è supportata dai dati e dalle ricognizioni tecnico-scientifiche effettuate da vari enti in questi ultimi anni. Sarebbe una responsabilità troppo grande quella di non combattere perché l'Abruzzo diventi una vera piattaforma logistica del centro Italia verso i Balcani e verso il basso mediterraneo (nella sponda adriatica). Questa battaglia è condivisa con numerose associazioni di categoria e dei consumatori e dalle Organizzazioni Sindacali regionali di CGIL, CISL e UIL, oltre che dalla stessa Camera di Commercio.

Il prossimo 13 settembre alle ore 16:30 la Camera di Commercio Chieti Pescara ha organizzato un incontro pubblico alla presenza del Presidente della Giunta Regionale Marsilio e dell'Assessore allo Sviluppo Economico, presso la sala rossa della sede camerale di Chieti scalo, Via F.lli Pomilio sn.

E' molto importante che in tale occasione imprenditori e manager di Confindustria siano presenti e numerosi. Occorre supportare anche con la presenza fisica a tale dibattito che si concentrerà nel ricercare le ragioni economiche, infrastrutturali e logistiche della nostra posizione.

Sono convinto che non mancherete di darci il vostro supporto e vi aspetto numerosi.

Con viva cordialità.

IL PRESIDENTE
Silvano Pagliuca

I recenti accordi commerciali dell'Unione europea con il Canada, in vigore da fine settembre 2017, e con il Giappone, da febbraio 2019, hanno favorito la dinamica delle vendite italiane (fatta eccezione per il debole inizio 2018, quando hanno agito da freno l'euro più forte e l'avvio delle tensioni protezionistiche). Nei primi cinque mesi del 2019 l'export italiano in Canada è aumentato del 13 per cento (sullo stesso periodo 2018) e in Giappone del 15 per cento, molto più che nelle altre destinazioni extra-europee (+4 per cento).


L'Unione europea deve puntare sui trattati bilaterali per contrastare la minaccia dei dazi USA e la crisi del multilateralismo. A febbraio il parlamento ha approvato l'accordo con Singapore. A fine giugno la commissione ha firmato il trattato con il Vietnam e un'intesa politica con i paesi Mercosur (Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay). Negoziati sono in corso con Messico, Australia e Nuova Zelanda. Nel complesso, i nuovi accordi potrebbero riguardare il 14 per cento dell'export italiano extra-Ue.

In allegato l'ultimo report mensile del Centro Studi Confindustria sulla congiuntura economica italiana.

L'economia italiana è ferma: l'industria è in affanno, i servizi solo in lieve recupero; gli investimenti sono attesi in calo, migliora di poco lo scenario per i consumi. I tassi sovrani sono scesi ai minimi storici, ma lo spread resta ampio. Rischia di fermarsi l'export, per la flessione degli scambi mondiali e la Germania in panne. I mercati finanziari segnalano frenata a livello internazionale: peggiora il rischio hard-Brexit, c'è meno crescita USA e gli emergenti sono senza slancio.

Qui il link al sito http://bit.ly/2ltXypU

Pagina 1 di 18

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account