Da "Il sole 24 ore"
Teodoro Ivano Calabrese

Teodoro Ivano Calabrese

Sviluppo d'impresa, Programmi strategici, Reti per lo sviluppo, Credito, Confidi

Telefono 085 4325553 - 3355932207
email t.calabrese@confindustriachpe.it

Il primo Forum della Finanza, organizzato dall'associato Studio Pietrostefani, cui Confindustria Chieti Pescara ha concesso con piacere il proprio patrocinio, si svolgerà a Pescara presso l'Auditorium Petruzzi il prossimo 3 ottobre alle 9.30. Negli speech si alterneranno esperti di finanza di impresa e testimonial di aziende che hanno un' importante presenza sui mercati esteri. A breve sarà pubblicato il programma definitivo dell'evento, che invitiamo gli interessati a fissare in agenda.

Confindustria, ABI e le altre principali Associazioni di rappresentanza delle imprese firmatarie dell'Accordo per il credito 2019 hanno definito una guida sulle nuove regole europee in materia di definizione di default, che le banche potranno iniziare ad applicare a partire dal corrente mese di giugno, per gli Istituti di rilevanza europea, e comunque entro il termine del 1 gennaio 2021 per tutti.

Fino a oggi era previsto che la banca dovesse classificare in default l’impresa che, per oltre 90 giorni consecutivi, è in arretrato di pagamento “rilevante” sulle scadenze di pagamento previste nel finanziamento bancario. Le nuove regole europee quantificano il concetto di “rilevanza”, fissando la soglia oltre la quale l’impresa debba essere obbligatoriamente classificata in default. In particolare, la banca sarà tenuta a determinare l’inadempienza dell’impresa se la stessa è in arretrato di pagamento, per oltre 90 giorni, su importi di ammontare superiore a 500 euro (complessivamente riferiti a uno o più finanziamenti) e che rappresentino più dell’1% del totale delle esposizioni dell’impresa verso la banca. Per le piccole e medie imprese, esposte nei confronti di una banca per finanziamenti inferiori a 1 milione di euro, l’importo dei 500 euro è ridotto a 100 euro.

Inoltre, diversamente dal passato, non potranno essere utilizzati margini attivi dell’impresa disponibili su altre linee di credito per compensare gli arretrati in essere ed evitare di classificare l’impresa come inadempiente.

È dunque fondamentale che le imprese conoscano le nuove regole, al fine di evitare di essere classificate in default anche per rate non pagate di piccolo importo.

Si tratta come è evidente di misure ulteriormente restrittive che avranno l’effetto di rendere sempre più difficile il rapporto tra impresa e banca, richiamando la massima attenzione sul rispetto dei contratti e delle scadenze. È necessario quindi che le imprese abbiano la piena consapevolezza di quanto può derivare da inadempimenti anche solo per piccoli importi. A tale scopo pubblichiamo in allegato la Guida che ne illustra le caratteristiche e invitiamo a segnalarci eventuali episodi di applicazione delle nuove regole.

Il prossimo 7 giugno alle 17.30 presso la Sala Multimediale del Campus Universitario di Chieti Scalo, in collaborazione con l'Università D'Annunzio, il DIH di Confidustria Abruzzo presenterà il progetto OSSERVA4.0, osservatorio di MATCH4.0 DIH Abruzzo, che nasce con l’obiettivo di fare cultura in tutti i principali ambiti di innovazione e trasformazione digitale dei processi aziendali, integrando le attività di ricerca, comunicazione e aggiornamento continuo.

La mission è produrre e diffondere conoscenza sulle opportunità e gli impatti che le tecnologie digitali hanno su imprese, pubbliche amministrazioni e cittadini, tramite spazi di confronto che aggregano la domanda e l’offerta di Innovazione Digitale in Italia.
Obiettivo di OSSERVA4.0 è quello di essere il punto di riferimento per l’aggiornamento professionale sull’innovazione digitale. Il portale è una fonte di informazioni e dati basati su pubblicazioni realizzate da analisti ed esperti provenienti dai partner del DIH.
Aggregando una ampia community di esperti vuole contribuire alla diffusione dell’Innovazione Digitale nel territorio.

L'incontro, di cui alleghiamo il programma, sarà moderato dal giornalista Nino Germano e vedrà la partecipazione del prof. Andrea Rangone, CEO di Digital 360 spa e Fondatore dell'Osservatorio del Politecnico di Milano. Chiuderà i lavori l'Assessore Regionale Mauro Febbo. La partecipazione è libera. Si prega di darne conferma via mail ad: info@confindustriachpe.it

Il prossimo 7 Giugno alle 17.30 si terrà l'evento di presentazione dell'Osservatorio Digitale Match 4.0, presso la sala Multimediale dell'Università d'Annunzio in Chieti Scalo, con la presenza del Prof. Andrea Rangone, Fondatore dell'Osservatorio Digitale del Politecnico di Milano. A breve sarà disponibile il programma definitivo.

Si terrà martedì 11 giugno alle ore 15.30 presso la sala Orofino nella sede di Confindustria Chieti-Pescara, in via Raiale 110/bis a Pescara il convegno organizzato da Deloitte in collaborazione con il Comitato Piccola Industria, Borsa Italiana ed Emintad Italy Srl dal titolo Pensare in grande con AIM Italia e Deloitte – strumenti e servizi finanziari per la crescita delle PMI .

Confindustria Chieti-Pescara, da sempre disponibile ad esplorare nuovi possibili percorsi di sviluppo per le aziende del suo territorio, e già attiva come Elite Desk, ha colto le potenzialità di crescita che AIM Italia potrebbe riservare a tutto il tessuto produttivo regionale ed ha deciso di coinvolgere nell’iniziativa programmata anche aziende non associate. L’evento è promosso da Deloitte, azienda internazionale leader nei servizi professionali alle imprese, con cui recentemente Confindustria Chieti – Pescara ha sottoscritto una convenzione e che è presente a Pescara  con un proprio desk dedicato da inizio maggio 2019. Coinvolti nell’evento in qualità di esperti di finanza alle PMI e relatori sulle specifiche tematiche della crescita sono inoltre Emintad Italy Srl, uno dei primari advisor finanziari specializzati nel mercato alternativo del capitale, e Borsa Italiana.

AIM Italia – Mercato Alternativo del Capitale è il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese italiane ad alto potenziale di crescita. Il Mercato nasce il 1 marzo 2012 dall’accorpamento dei mercati AIM Italia e MAC, al fine di razionalizzare l’offerta dei mercati dedicati alle PMI e proporre un unico mercato pensato per le imprese più dinamiche e competitive dell’Italia.

AIM Italia è un mercato di quotazione tagliato su misura alle esigenze di finanziamento della piccola e media impresa italiana, struttura portante del sistema produttivo nazionale. Nel settore dell’industria, le PMI forniscono infatti i due terzi circa del valore aggiunto dell’intero settore e quasi l’80% del totale degli occupati. La rilevanza del tessuto imprenditoriale delle PMI italiane trova conferma anche quando lo si confronta con quello delle altre economie europee: l’Italia infatti ha il più ampio bacino in Europa di società di piccola e media dimensione, e il valore aggiunto da esse creato si posiziona al secondo posto a livello europeo.

Spesso organizzate in distretti, le piccole e medie imprese adottano strutture organizzative flessibili e dinamiche, che consentono di competere con successo sui mercati internazionali. La vocazione all’export contraddistingue infatti le società di piccola e media dimensione italiane, che spesso ricoprono posizioni di leadership globale in settori di nicchia. La capacità di un sistema finanziario di indirizzare il risparmio per finanziare le realtà più innovative e a maggior potenziale di crescita è un elemento vitale per il progresso di un’economia. I mercati azionari favoriscono la raccolta di capitale delle piccole e medie imprese con benefici sia per le aziende che per gli investitori. L’accesso al capitale di rischio destinato al finanziamento degli investimenti, e perciò della crescita, è un elemento fondamentale per lo sviluppo di ogni impresa: ancora di più per quelle di piccola dimensione. Le PMI offrono inoltre opportunità d’investimento e performance uniche, difficilmente replicabili con l’investimento in società di grande capitalizzazione.

In questo contesto tipico dell’economia italiana, AIM Italia rappresenta l’ambiente ideale per un’impresa che abbia obiettivi di finanziamento per la crescita e rappresenta la risposta concreta che Borsa Italiana fornisce alle svariate e spesso infondate perplessità dei piccoli imprenditori che la Borsa sia un tema riservato alle sole grandi aziende. Dubbi e perplessità del tipo:

Con la quotazione in Borsa perdo il controllo della mia azienda?

No, a meno che tu lo desideri espressamente. Per quotarsi in Borsa è sufficiente mettere sul mercato una quota limitata del capitale (anche solo il 10% appunto per AIM Italia).

La mia impresa è troppo piccola per la Borsa?

No, la dimensione del fatturato non è un ostacolo soprattutto se in presenza di eccellenzeimprenditoriali, leadership nel proprio settore di riferimento, credibilità ed affidabilità della strategia aziendale e del management. Esistono investitori interessati e specializzati nell’investimento in piccole e medie imprese, che spesso adottano orizzonti di investimentodi medio/lungo periodo.

Il processo di quotazione e la vita da società quotata sono più complicati per una PMI?

No, sono stati creati ambienti di quotazione differenti ed ogni azienda può scegliere il mercato più adatto alla propria dimensione e ai propri sistemi gestionali/manageriali. AIM Italia in particolare è stato concepito per offrire un percorso semplice e veloce alla quotazione e adempimenti post-quotazione calibrati sulla struttura delle piccole e medie imprese.

Confindustria Chieti-Pescara insieme a primarie strutture di consulenza finanziaria e legale che assistono le aziende interessate nell’intero processo di quotazione, con l’evento in programma, offre l’occasione di conoscere ed approfondire i vantaggi offerti da AIM Italia, la struttura dell’operazione e casi pratici, presentati al fine di facilitare una concreta rappresentazione di questo strumento alternativo di finanziamento per le PMI.

La partecipazione al convegno è libera e gratuita, con preghiera di conferma via mail all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

È stato siglato nei giorni scorsi un importante accordo di collaborazione tra la Deloitte e Confindustria Chieti Pescara, grazie al quale si avvia un partenariato destinato a soddisfare la crescente domanda di servizi avanzati da parte delle imprese di ogni tipo e dimensione, nell'ambito della politica di supporto alla crescita condotta dalla nostra Associazione, con la disponibilità di servizi a sempre più elevato valore aggiunto e a condizioni privilegiate, e grazie alle numerose e qualificate competenze che Deloitte può mettere a disposizione.

Deloitte infatti è una tra le più grandi realtà nei servizi professionali alle imprese nel mondo ed in Italia, dove è presente dal 1923. Vanta radici antiche, coniugando tradizione di qualità con metodologie e tecnologie innovative. I servizi di Audit & Assurance, Consulting, Financial Advisory, Risk Advisory, Tax e Legal sono offerti da diverse società e studi specializzati in singole aree professionali e tra loro separati e indipendenti, ma tutti facenti parte del network Deloitte. (www2.deloitte.com/it).

Esso oggi conta 6.000 professionisti, i quali assistono i clienti nel raggiungimento di livelli d'eccellenza grazie alla fiducia nell'alta qualità del servizio, all'offerta multidisciplinare e alla presenza capillare sul territorio nazionale.

Tale presenza, grazie all'accordo sottoscritto, si arricchisce ora con l'apertura di un ufficio di riferimento presso la sede di Confindustria Chieti Pescara, in via Raiale 110 bis, dove è stato predisposto uno spazio dedicato per riunioni o incontri con le imprese già clienti o interessate ai servizi offerti, che vedrà la presenza settimanale o su appuntamento di un consulente Deloitte.

È possibile sin d'ora prenotare incontri o fissare appuntamenti chiamando i numeri 0854325531 o 0715014911 o inviando una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per ulteriori informazioni contattare la nostra Area Credito, dr. Calabrese.

Come già reso noto la prossima finestra per l'accesso al programma Elite di Borsa Italiana è prevista nei giorni 17 e 18 aprile pp.vv., con sessioni formative che si terranno presso la sede di Borsa Italiana in Milano.

Le aziende interessate a cogliere l'opportunità possono presentare domanda non oltre il 5 aprile p.v. previo contatto con il nostro desk all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., che comunicherà le modalità da seguire per l'adesione e le altre informazioni utili.

Si allega una presentazionne aggiornata del programma stesso nonchè un interessante documento elaborato dallo staff di Elite, "Framework di Governo Societario", che, sulla base delle esperienze proposte dalle aziende Elite, che ammontano oggi ad oltre 1000, raccoglie buone prassi e regole applicate nella definizione della governance aziendale.   

Si terrà a Ravenna il prossimo 16 marzo, con inizio alle ore 11.00, in Piazza del Popolo, la manifestazione nazionale "Per l'Energia Italiana", a sostegno delle attività estrattive e per le energie rinnovabili, organizzata dalle associazioni di rappresentanza delle imprese e dei lavoratori, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Ravenna. L'evento vuole riportare all'attenzione del Paese la necessità di una politica che gestisca la transizione energetica valorizzando il patrimonio industriale e di risorse naturali di cui dispone, senza creare condizioni di crisi che mettano in ginocchio imprese e lavoratori del comparto.

La nostra Associazione parteciperà, insieme alle organizzazioni sindacali territoriali. Invitiamo le aziende interessate ad essere presenti, dandocene comunicazione entro il 12 p.v. al fine di poter organizzare logisticamente la partecipazione.

Dal 27 al 29 marzo pp.vv. si svolgerà a Ravenna la Offshore Mediterranean Conference OMC Exhibition, appuntamento biennale a livello mondiale per l' industria della estrazione di idrocarburi. Oltre 600 espositori, tra i quali diverse aziende abruzzesi, su una superficie di oltre 30.000 mq, animeranno un evento che prevede almeno 20.000 visitatori e decine di eventi e incontri a carattere tecnico ed economico. Per la prima volta in questa edizione Confindustria Chieti Pescara sarà presente con una propria rappresentanza in uno stand condiviso con Confindustria Romagna, che ringraziamo per il senso di comunità di interessi dimostrato.

Invitiamo tutti coloro che hanno interesse a partecipare a registrarsi sul sito per ottenere il badge di ingresso, gratuito.

Il programma della manifestazione e degli eventi collegati nonchè tutte le informazioni utili per la partecipazione sono reperibili sul sito  www.omc2019.it.

Il programma Elite realizzato da Borsa Italiana con la collaborazione di Confindustria ha superato nel 2018 il prestigioso obiettivo delle 1000 aziende aderenti e per l'anno 2019 si propone di incrementare la platea di partecipanti, soprattutto con riferimento alle piccole e medie imprese. Con piacere annunciamo che la prossima finestra di ingresso è stata fissata al 18 aprile p.v., con la sessione di apertura che si svolgerà a Milano presso Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana. Le otto sessioni formative saranno svolte nel corso del 2019 con un calendario che sarà comunicato in seguito. Il nostro Elite Desk (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.) è a disposizione degli imprenditori interessati per fornire ogni utile delucidazione riguardo i contenuti e le caratteristiche del programma, che si propone nel corso di un biennio di accompagnare la crescita finanziaria delle aziende, accrescendone le competenze in materia di finanza innovativa e assecondandone le strategie mediante un servizio di consulenza altamente specializzato. Infine viene data l'opportunità di accesso ad una serie di strumenti e investitori istituzionali nazionali ed internazionali in grado di sostenere la crescita e i processi di innovazione ed internazionalizzazione.

Alle aziende nostre associate è riconosciuto lo sconto del 10% sul costo di partecipazione, che ricordiamo è di € 24.000,00.

Nella allegata brochure e nel video istituzionale si possono trovare le necessarie informazioni.

Specifichiamo che nel caso in cui le aziende, come consentito, vogliano fare ricorso a fondi inteprofessionali (es:Fondirigenti e/o Fondimpresa) per finanziare il percorso formativo di Elite del primo anno, dovranno preventivamente comunicarcelo al fine della predisposizione della necessaria documentazione per la rendicontazione. 

Le aziende  interessate potranno, senza impegno, segnalarci il proprio interesse entro il corrente mese di febbraio, e a seguire, una volta verificati i requisiti, eventualmente predisporre il format online per l'adesione.

 

Pagina 1 di 6

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account